4The Faboulous J.B. Band

Tra il 1979 ed il 1981 a Torino una vasta onda musicale porta alla nascita di una miriade di gruppi per lo più orientati verso il Reggae, il Punk ed altre varianti del Rock di quegli anni. Se è ampio anche il numero di musicisti in erba che guardano in quel momento verso il Jazz, ristrettissimo è invece quello di coloro che scelgono il Blues come genere musicale di riferimento. Questo ristrettissimo numero è però in massima parte formato da musicisti che suonano il Blues acustico, e solo un gruppo decide di dedicarsi al suono dello Chicago Blues elettrico. Quel gruppo si chiamava Faboulous J.B. Band, un nome che già di suo non voleva dire assolutamente nulla: J.B. infatti non stava neanche per James Brown, ma per Jointing Blues: un nonsense, una serie di errori linguistici che però suonava bene, e quindi piacque in primo luogo ai protagonisti di quell’avventura. Come tutte le cose anche la Faboulous ebbe una fine, e dopo tre anni di concerti e peripezie scelte di vita o differenti percorsi musicali portarono allo scioglimento del gruppo.
Son passati circa quarant’anni da quei giorni: dei sette principali membri della formazione Scollo, Lombardo e Scagliarini sono ancora impegnati a pieno titolo nella musica, diventata la loro attività principale, mentre gli altri hanno fatto scelte lavorative diverse pur non abbandonando del tutto l’attività musicale.
Per divertirsi, passare una serata insieme e fissare sulla carta il tempo passato e questa avventura, abbiamo deciso di ricostruire alcuni scatti del servizio fotografico che #MassimoForchino realizzò nel 1981 nel suo studio, ricreando il più possibile le stesse pose ed addobbi. In quel momento la formazione era costituita da #DarioLombardo, #SalBonasoro, #AlbertoFerrero, #GiovanniMorenoDeSantis e #CarloGreghi. A questo line up si sarebbero aggiunti nei mesi immediatamente seguenti #EttaScollo ed #AndreaScagliarini, che già da due anni era parte dell’ entourage del gruppo.
P.S.: in occasione del nuovo servizio , la Telecaster di Dario Lombardo è tornata nelle mani del suo proprietario di allora, Alberto Ferrero. Essendo assente per impegni #IvanoCanteri, che del gruppo allora curava l’organizzazione dei concerti, la sua gamba è stata sostituita da quella di Andrea Scagliarini.